GIOVANNI LA VARRA

Giovanni La Varra.jpg
Photo Nicola Ughi

Architetto, nato a Milano nel 1967. E’ dottore di ricerca in pianificazione territoriale. Dal 2014 è Professore Associato di Progettazione Architettonica all’Università di Udine. Ha insegnato Composizione e Progettazione Urbana alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano e Urbanistica alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Statale di Milano.

Inizia la sua attività professionale nel 1994; nel 1999 con Gianandrea Barreca e Stefano Boeri fonda Boeri Studio. Nel gennaio 2008 insieme a Gianandrea Barreca dà vita allo studio professionale Barreca & La Varra.

Ha curato l’esposizione Post It City, una ricerca sulle forme temporanee e autorganizzate di uso dello spazio pubblico, promossa dal Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona. Con l’agenzia di ricerca Multiplicity ha promosso e realizzato ricerche e installazioni sulla condizione urbana contemporanea, come USE-Uncertain States of Europe (una ricognizione sul futuro del territorio europeo esposta a Bordeaux 2000, Bruxelles 2001, Tokyo 2002, Milano 2002) e Solid Sea (una ricerca sul Mediterraneo esposta a Vienna, Berlino e Rotterdam).

Dal 2009 al 2011 ha fatto parte dell’ufficio di piano Expo Milano 2015.

Lo studio Barreca & La Varra  ha acquisito rilievo nazionale e internazionale con la realizzazione di numerosi interventi nel campo della progettazione urbana e architettonica, attraverso la partecipazione a concorsi e lo svolgimento di incarichi pubblici e privati per importanti gruppi italiani e stranieri. Headquarter di importanti società, complessi residenziali e di housing sociale, oltre a edifici collettivi quali ospedali e scuole, hanno ottenuto riconoscimenti in Italia e all’estero. Lo studio si caratterizza per l’attenzione costante alla sperimentazione di un linguaggio architettonico e urbano complesso, attento alle mutevoli articolazioni della società contemporanea e alla complessità dei processi economici, sociali e istituzionali che oggi producono la città, il territorio e l’ambiente, con una particolare attenzione al rapporto tra architettura e natura.

Tra gli altri progetti, il Bosco verticale (Milano, 2014) ha acquisito fama internazionale e ha ricevuto numerosi premi in tutto il mondo: nel 2018 il “RIBA Award for International Excellence”, nel 2015 il “Best Tall Building Worldwide award” del CTBUH di Chicago e nel 2014 l'“International Highrise Award” del DAM di Francoforte.

Ha pubblicato articoli, saggi e recensioni su Casabella, Domus, Abitare, Territorio, Urbanistica, Il Sole 24 ore, Urbanistica quaderni, Paesaggio urbano e Arch’it. Nel 2012 ha pubblicato con Gianandrea Barreca “Barreca & La Varra. Questioni di facciata – A matter of façade” e il romanzo “Case minime”. Dal 2013 al 2014 è curatore della rubrica Italian compilation su Abitare online e dal 2015 è vicedirettore della rivista Viceversa. Nel 2016 ha curato il volume “Architettura della rigenerazione urbana. Progetti tentativi, strategie”.